Decimo appuntamento di “For Nature, For Us” con Gianfranco Bologna e Alessandra Prampolini

La seconda edizione di For Nature, For Us sta volgendo al termine: il 19 gennaio si è infatti svolto uno degli ultimi incontri che ha visto la collaborazione di Alessandra Prampolini, Direttrice Generale del WWF Italia, di Martina Giovannelli, dell’Ufficio delle Risorse Umane del WWF Italia, e di Gianfranco Bologna, del Presidente della Community Scientifica del WWF Italia.

La prima parte dell’incontro si è incentrata sull’interessante e sempre più attuale tematica del green job: con grafici alla mano, Alessandra Prampolini ha attentamente illustrato l’importanza che le aziende attribuiscono alle pratiche e alle decisioni riguardo il proprio impatto ambientale, mostrando come le imprese italiane stiano andando – seppur lentamente – in una direzione più sostenibile.

Successivamente, Martina Giovannelli si è soffermata sulla struttura interna del WWF Italia, presentando dei grafici dettagliati che rappresentavano la distribuzione dei dipendenti in base al genere e all’età. Questa presentazione ha offerto inoltre una panoramica sulle mansioni di ogni dipartimento. La Giovannelli e la Prampolini hanno poi risposto alle numerose domande dei ragazzi sugli obiettivi del WWF Italia e sulle figure professionali che ricercano.

Dopo un breve break, ha preso la parola Gianfranco Bologna: con il suo tipico entusiasmo, ha coinvolto i ragazzi in una riflessione sullo sviluppo della sostenibilità nel corso del tempo, illustrando l’evoluzione delle concezioni sulla natura attraverso i secoli: in passato, la natura era vista in una prospettiva antropocentrica, dove l’essere umano era al centro e il mondo naturale era considerato in larga misura come risorsa da sfruttare. Questa visione della natura come fonte inesauribile di risorse ha portato a sfruttamenti e pratiche non sostenibili, causando impatti ambientali significativi che dobbiamo affrontare ora.

I partecipanti si sono dimostrati attenti e affascinati durante la presentazione, evidenziando un coinvolgimento significativo per le tematiche esposte. La partecipazione di figure di spicco come Prampolini e Bologna ha notevolmente arricchito il corso, ma ha anche sottolineato la rilevanza e l’urgenza dell’argomento della sostenibilità.